La Storia

"Femar incarna lo spirito della terza generazione Mergè votata all’innovazione, ma estremamente rispettosa del territorio e della tradizione"

Tutto ebbe inizio negli anni venti, quando Manlio Mergè iniziò a produrre e commerciare vino sfuso ed olio. Trasmise la sua passione per la terra al figlio Armando, che negli anni settanta decise di espandere l’azienda di famiglia insediandosi nei territori di Frascati, Monte Porzio Catone e l’Agro Romano. In pochi anni, grazie alla qualità dei prodotti, l’impegno di Armando venne ripagato con il raggiungimento di una posizione di rilievo nel panorama vitivinicolo dei Castelli Romani, dopodichè il testimone passò al figlio Felice, che nel 1995, dopo aver profondamente osservato e studiato le realtà vitivinicole nazionali ed internazionali più interessanti, trasformò l’agricola di famiglia nella Femar Vini. L’azienda può contare sulle uve provenienti dai vigneti di proprietà aziendale e sulle uve e sui vini conferiti dalle aziende associate, che assicurano alla stessa una diversificazione della gamma produttiva. La competenza di Felice, il suo spirito di sperimentazione, lo zelo e l’amore per la terra in cui è cresciuto e che ha visto crescere, portano l’azienda a livelli produttivi e qualitativi sempre più alti, e ad oggi la Femar rappresenta, al tempo stesso, l’intraprendenza di Felice e la passione di Armando: il nome è infatti l’acronimo di Felice Mergè Armando, e incarna perfettamente lo spirito della terza generazione Mergè votata all’innovazione, ma estremamente rispettosa del territorio e della tradizione.